l'Amoxicillina è un antibiotico di largo consumo che appartiene a appartiene al gruppo delle penicilline. È il più comunemente prescritto antibiotico per infezioni respiratorie come la bronchite ed è spesso prescritto a fianco di acido clavulanico.

Tuttavia, le prestazioni fornite da antibiotici nel trattamento delle infezioni delle vie respiratorie può essere marginale. In mezzo a una crescente preoccupazione per la diffusione della resistenza agli antibiotici, è importante che i medici solo prescrivere questi farmaci dopo aver valutato bene i rischi e benefici.

"La causa principale della resistenza agli antibiotici è l'uso eccessivo di antibiotici, e, pertanto, questi farmaci non dovrebbero essere prescritti quando i benefici non superano i danni", dice lo studio co-autore, il Dottor Christopher Del Mar.

Per il loro studio, pubblicato sulla rivista Canadian Medical Association Journal (CMAJ), i ricercatori hanno condotto una revisione di studi clinici controllati per valutare i danni potenziali di amoxicillin uso, al fine di informare i medici sui rischi e i benefici di questi antibiotici.

"Un modo per ridurre la prescrizione di antibiotici in primary care è quello di spiegare ai pazienti quanto poco questi farmaci aiuto per molte infezioni comuni e di applicare un processo di condivisione delle decisioni durante la consultazione," scrivono gli autori.

Gli effetti Negativi trovato, ma potenzialmente nelle segnalazioni

per Un totale di 45 studi sono stati inclusi nella revisione. Di questi, 27 sono coinvolti amoxicillin, 17 coinvolto amoxicillina-acido clavulanico e una per entrambi i farmaci https://www.kamagrafarmacia.it/oral-jelly.html. Questi studi presenti un totale di 10,519 partecipanti. Di questi, 4,280 persone hanno ricevuto amoxicillin, da 1.005 ricevuto amoxicillina-acido clavulanico e 5,234 ha ricevuto un placebo.

gli Antibiotici sono prescritti per una serie di situazioni (con un certo grado di sovrapposizione) all'interno di studi:

Nel loro revisione sistematica, i ricercatori hanno scoperto che quasi due volte come molte persone che ricevono amoxicillin avuto la diarrea confronto con i partecipanti che ricevono il placebo. La diarrea è stato più di tre volte più probabile tra i partecipanti ricevono amoxicillin-clavulanate. Un'associazione è stata osservata anche tra la candidosi e amoxicillina-acido clavulanico utilizzare.

Tuttavia, il numero di segnalazioni di danni sono stati meno di autori, seguendo clinici esperienze aneddotiche e observationally dati derivati. Queste fonti avevano riferito in precedenza eruzioni cutanee e disturbi gastrointestinali come comune dei danni.

Danni sono stati ritenuti scarsamente segnalato, che porta gli autori a concludere che la loro incidenza reale potrebbe essere superiore. Solo 25 di studi di valutazione di informazione sui danni, "che ci hanno portato a sospettare che i loro autori, semplicemente, non raccoglie tali informazioni o, se lo hanno fatto, non è riuscito a pubblicarlo," scrivono gli autori.

Under-reporting 'inclina la bilancia" di benefici e i rischi

"Sotto-segnalazione di danni nelle prove rimane diffusa," continuano, "e fino a che il problema viene affrontato, sotto-segnalazione sarà portata per le revisioni sistematiche e le altre prove di sintesi come linee guida."

"L'importante conseguenza di under-reporting danneggia è l'inclinazione della bilancia dei benefici e dei danni verso amoxicillin," aggiunge il Dottor Del Mar.

Una limitazione dello studio riconosciuto dagli autori è che tutte le prove che sono state valutate efficacia misurata piuttosto che danno il loro outcome primario. Gli autori dicono che la speranza come ulteriori studi sono condotti, meglio delle stime sui danni e amoxicillin diventano disponibili.

Nonostante questa limitazione, gli autori ritengono che i loro risultati potrebbero essere di aiuto per i medici di discutere i danni potenziali causati da comuni antibiotici, insieme con il loro generale mancanza di efficacia nel trattamento di infezioni respiratorie. I risultati dello studio possono essere di particolare utilità per i medici che si sentono sotto pressione dai loro pazienti a prescrivere antibiotici.

20 Luglio 2017